Al momento stai visualizzando Green Pass in azienda

Green Pass in azienda

In data 21/09/2021 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto in oggetto intitolato “Misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l’estensione dell’ambito applicativo della certificazione verde COVID-19 e il rafforzamento del sistema di screening”, qui di seguito il link di collegamento:
https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2021/09/21/21G00139/sg
In estrema sintesi le novità che riguardano le Aziende e le pubbliche Amministrazioni sono le seguenti:

  • Obbligo per tutti i lavoratori pubblici e privati ( compresi i volontari) di possedere e di esibire, su richiesta, la certificazione verde COVID-19 / green pass ( esclusi gli esenti con certificato medico);
  • I datori di lavoro sono tenuti a verificare il rispetto delle prescrizioni;
  • I datori di lavoro individuano con atto formale i  soggetti  incaricati  dell’accertamento  e  della contestazione delle violazioni;
  • I datori di lavoro definiscono, entro il 15 ottobre 2021, le modalità operative per l’organizzazione delle verifiche (è prevista l’emanazione a breve di linee  guida da parte del governo  per  la omogenea definizione delle modalità organizzative);
  • Le verifiche delle certificazioni verdi COVID-19 sono effettuate  con le modalità indicate dal DPCM 17/06/2021 con l’utilizzo dell’APP Verifica C19 ;
  • Il lavoratore non in possesso della certificazione verde COVID-19 è considerato assente ingiustificato fino alla presentazione della predetta  certificazione  e, comunque, non oltre il 31 dicembre 2021, senza  conseguenze  disciplinari  e  con   diritto   alla conservazione del  rapporto  di  lavoro.  Per i giorni di assenza ingiustificata non sono dovuti la retribuzione né altro compenso;
  • Per le imprese con meno di quindici dipendenti, dopo il quinto giorno di assenza ingiustificata , il datore di lavoro può sospendere il lavoratore per la durata corrispondente a quella del  contratto di lavoro stipulato per la sostituzione, comunque per un periodo non superiore a dieci giorni, rinnovabili per una sola volta, e non oltre il 31 dicembre 2021.